Benvenuti!

Da Borgonovo procedendo in direzione di Ziano, seguiamo l'indicazione per Seminò - Albareto.

Raggiunto Seminò poco dopo la piazza del Castello, troviamo ben indicata sulla destra, l'Azienda Agricola Aradelli.

Da sempre la famiglia Aradelli è stata legata all'agricoltura. Alla fine dell'ottocento il bisnonno Luigi lavorava la terra ed allevava il bestiame.

A quel tempo era assai difficile gestire un'attività agricola autonomamente, e perlopiù si lavorava per altri.
Così avvenne anche per nonno Massimo. Suo figlio Carlo già all'età di quattordici anni aiutava il padre nel mestiere dei campi, e nel 1958 avviava a Seminò un'azienda agricola dedicandosi all'allevamento e alla produzione di uva da tavola.

Coadiuvato alla moglie Pasqualina mantenne per diversi anni alto il nome dell'attività.

Dei suoi quattro figli, furono in particolare Mauro e Luciano a capire l'importanza della proprietà terriera: acquistarono ulteriori appezzamenti e li coltivarono vite per produrre uva da mosto, dando a poco a poco all'azienda di famiglia un'impostazione prettamente vinicola.

Oggi il patrimonio dell'azienda ammonta a 70 ha, dei quali 35 ha vitati in grado di produrre i migliori DOC locali: per i bianchi Malvasia secco e dolce e Ortrugo vivace e fermo; Gutturnio vivace, fermo e riserva, Bonarda dolce e secco, Barbera, e Cabernet Sauvignon per il rossi.

Inoltre, uno dei vigneti Aradelli il "Filagnoni" è stato scelto dall'università del Sacro Cuore di Piacenza per creare un incrocio di 13 tipi di uve in grado di produrre l'uvaggio giusto per il Gutturnio.

Per dare un tocco di rinnovamento nell'organico aziendale dal 2010 è stato inserito all'interno della società il figlio Francesco che fresco di diploma contribuirà ad attualizzare i metodi di lavorazione rimanendo sempre al passo con le nuove tecnologie.

Oltre ai vini DOC, l'azienda produce pomodori da mensa e zucche berettine e violina.

La cantina è sempre aperta a visite e degustazioni accompagnate da gustosissimi salumi nostrani.

Gradito adeguato preavviso.

 

Turismo a Piacenza